Bellocchio 

 

Bellocchio  nasce a Onesti, in Romania, nel 1985 e comincia come collezionista di accendini.
In una galleria d’arte vede una mostra di Arman (Armand Pierre Fernandez) e trova nel “Nouveau Reéalisme” i principi fondamentali da cui prende inizio la sua produzione artistica, utilizzando all’inizio gli accendini per la sua collezione.

Successivamente si apre a ogni genere di materiale, purché trovato casualmente: lattine abbandonate, dischi per il flessibile e materiale recuperato nei cantieri. Bellocchio esprime quindi la sua creatività dando valore artistico a oggetti della vita quotidiana gettati via, recuperandoli per una nuova esistenza e trasformando così il riciclo in una espressione artistica. Questi oggetti sono diventati, nelle sue opere di artista autodidatta, campi di fiori, obelischi e paesaggi industriali, collage.

Bellocchio è iscritto all’ archivio dei Giovani Artisti dell’Emilia Romagna e ha iniziato a produrre dal 2008 partecipando ad eventi e mostre, anche in ambito internazionale.